Bitcoin, come funziona? Quello che devi sapere

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Leggendo questo articolo imparerai le basi e i fondamenti del Bitcoin, cos’è, come acquistarlo e, forse la cosa più importante, come gestirlo.

Ora una breve introduzione e panoramica della storia del Bitcoin e di come tutto è iniziato, che in realtà è più importante di quanto la maggior parte della gente sappia.

La storia della sua nascita è unica e al tempo stesso un requisito assoluto per conoscere Bitcoin, in modo da poter capire filosoficamente come continua a crescere, espandersi e catturare l’attenzione del mondo.

Chi ha creato Bitcoin? Nessuno lo sa veramente.

Beh questo non è del tutto vero, come qualcuno deve saperlo, se è ancora vivo, comunque è uno dei segreti digitali meglio conservati del nostro tempo.

Il punto è che nessuno sa chi ha creato originariamente i Bitcoin, ma abbiamo un nome: “Satoshi Nakamoto”. Questa persona (o gruppo di persone) creò un testo intitolato “Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System”, il 31 ottobre 2008, pochi mesi dopo che il nome di dominio “bitcoin.org” fu registrato il 18 agosto 2008.

Che cosa potrebbe significare? Che cosa potrebbe fare questa nuova tecnologia?

Il 3 gennaio 2009, la rete Bitcoin è stata implementata con la prima applicazione open-source, così come la prima emissione di 50 Bitcoin. Il fondatore ha continuato ad essere visibilmente presente e pubblico fino ad aprile 2011, quando Satoshi ha lasciato lo sviluppo della tecnologia ad un gruppo sempre più crescente di appassionati volontari.

Ma l’idea deve essere venuta da qualche parte, o no?

Sì esatto, il Bitcoin ha avuto un po’ di storia, come per ogni tecnologia e protocolli digitali utilizzati nella creazione di Bitcoin e, di conseguenza, un certo numero di individui e creatori dietro quelle invenzioni.

In particolare, ecco alcune invenzioni tecnologiche che “Satoshi Nakamoto” usa, menziona e dà credito attraverso il suo whitepaper:

  • una tecnologia digitale cash e un protocollo chiamato ecash di David Chaum e Stefan Brands.
  • un sistema di “proof of work” chiamato hashcash di Adam Back per il monitoraggio e il controllo dello spam, su cui si è poi basato Hal Finney, che ha creato un protocollo di proof-of-work riutilizzabile.
  • un sistema di scarsità distribuita costruito su “b-money” creato da Wei Dai.
  • una tecnologia chiamata bitgold di Nick Szabo che propone un meccanismo di controllo dell’inflazione di mercato.

Ancora una volta, è importante notare che tutte queste persone hanno negato di essere Satoshi Nakamoto o di far parte del gruppo che può essere canonicamente inteso come “Satoshi Nakamoto”.

Perché è importante?

La chiave di tutto ciò è che l’autore originale (o gli autori originali) è completamente sconosciuto.

Anche se di tanto in tanto si può sentire parlare di qualcuno che rivendica improvvisamente la proprietà dell’identità di Satoshi Nakamoto, è generalmente e culturalmente accettato che non possiamo mai conoscere l’identità del creatore originale.

E questa è una cosa buona.

Ci sono molte ragioni importanti, ma qui ne cito due: in primo luogo ciò che rende Bitcoin così eccitante è che è open source (persone come me e te possono scaricare, usare e trarre profitto dal software originale ovunque e in qualsiasi momento), e in secondo luogo, è “decentralizzato“, il che significa che nessuna persona o entità o organizzazione “possiede” o controlla l’utilità e il valore di Bitcoin.

Bitcoin, le tecnologie e i protocolli che stanno sotto, sono stati creati e progettati per essere dati gratuitamente al mondo per introdurci in un nuovo modo di pensare, impegnarsi e commerciare con gli altri.

Cos’è Bitcoin? Cosa lo rende diverso?

Una valuta, una tecnologia, un software, una filosofia?

Il termine “Bitcoin” è contemporaneamente diverse cose, in quanto è un’unità di valuta (una “moneta” esatta e specifica), ma è anche usato per descrivere il software open-source, così come una struttura tecnologica e la rete di un nuovo ecosistema monetario digitale.

Non a caso, il Bitcoin può essere descritto come un insieme di concetti, principi e tecnologie, così come “Satoshi Nakamoto” è spesso inteso come un insieme di inventori e invenzioni.

Ma per i nostri scopi, useremo più spesso il termine Bitcoin come valuta, che è il modo più semplice per capire come è più usato nelle conversazioni.

I Bitcoin, come unità di valuta, sono usati per memorizzare e trasmettere valore tra i partecipanti all’ecosistema e alla rete Bitcoin.

Lo fanno comunicando attraverso Internet, attraverso diversi tipi di macchine, applicazioni e dispositivi, come il computer di casa o il telefono cellulare.

Un Bitcoin potrebbe anche essere codificato come un emoji o come un insieme di immagini sullo sfondo della tua cartolina digitale della tua ultima vacanza.

I partecipanti sono in grado di utilizzare questa unità di valuta per comprare e vendere beni e servizi, proprio come fai oggi, anche se la maggior parte dei paesi stanno iniziando ora a riconoscere il Bitcoin come valuta.

Per esempio, gli Stati Uniti, i Paesi Bassi, il Canada, la Corea del Sud e alcuni altri paesi sono aperti al Bitcoin come metodo pagamento.

Inoltre i partecipanti possono inviare denaro ad altri partecipanti (individui e organizzazioni) sulla rete Bitcoin (o al di fuori di essa), oppure scambiarli con altre unità di valore o valuta.

L’utilità di Bitcoin è limitata solo alla propria immaginazione perché è una forma di moneta interamente virtuale e può essere trasmessa ovunque su qualsiasi cosa in qualsiasi forma.

Cosa rende Bitcoin così diverso?

Oltre al fatto che si tratta di una moneta interamente virtuale senza la controparte materiale?

Per essere completamente preciso dal punto di vista tecnico i Bitcoin non sono nemmeno monete digitali, di per sé. Le monete sono implicite nella transazione effettiva tra i partecipanti, il mittente e il destinatario.

Come detto, non esiste un’autorità centrale che conia o controlla il valore di un Bitcoin, come una banca o un cambio monetario fisico. Il controllo finale e la transazione viene gestito, mantenuto e dichiarato attraverso ogni singolo partecipante, tu compreso.

Questo significa che tu, filosoficamente e pragmaticamente, sei la tua banca.

Bitcoin non ha confini e non richiede l’autorizzazione di nessuno per essere utilizzato o attivato. È resistente alla censura e impossibile da fermare. I Bitcoin e le transazioni tra i partecipanti sono veloci, sicuri e relativamente economiche.

Infine, è allo stesso tempo anonimo e trasparente, il che significa che i partecipanti possono inviare e ricevere valore senza doversi identificare (cioè condividere informazioni che rivelano personalmente informazioni come nomi o indirizzi fisici) e che ogni transazione viene registrata in un registro pubblico, chiamato blockchain (di cui parleremo più in dettaglio nel prossimo capitolo).

"Bitcoin è l’inizio di qualcosa di grande: una moneta senza un governo, qualcosa di necessario e imperativo.“

Blockchain e Bitcoin Mining

Prima abbiamo dato uno sguardo molto serio e attento alle principali caratteristiche del Bitcoin e a ciò che lo rende molto, molto diverso da altre forme di valuta.

Quando si possono letteralmente inviare Bitcoin codificati attraverso una radio autocostruita ad onde corte (si è successo veramente) chiunque potrebbe pensare che la cosa sia un po’ troppo complicata.

E tu non saresti l’unico. Quindi, non scoraggiarti se all’inizio non lo “capisci”, questo articolo è fatto a posta per chiarire l’argomento ed aiutarti a capire e conoscere il mondo delle criptovalute.

Ora velocemente diamo uno al Bitcoin mining, in quanto è una parte essenziale della comprensione del Bitcoin.

Come funziona il mining?

Bitcoin è un sistema distribuito, peer-to-peer, e i Bitcoin sono creati attraverso un processo più comunemente chiamato “mining”. Qualsiasi partecipante che estrae Bitcoin può essere efficacemente chiamato “miner“.

Il mining (in italiano estrazione mineraria, però suona meglio la forma originale in inglese ed userò quella) non è difficile da capire perché è semplicemente un processo di un computer che cerca di risolvere problemi matematici.

Ora, ci sono due principi importanti da notare nel processo di mining: il primo è che il problema matematico è difficile da risolvere, il secondo è che i minatori sono in competizione per risolvere i problemi matematici.

Si tratta essenzialmente di una gara tra i partecipanti del mining per vedere chi può non solo elaborare le transazioni di Bitcoin nel modo più veloce, ma anche scoprire contemporaneamente le soluzioni a questi complessi problemi matematici.

Il vincitore di questa gara non solo aiuta la rete di Bitcoin convalidando le transazioni tra i partecipanti sulla rete, ma viene anche premiato con dei Bitcoin per il tempo, lo sforzo e l’investimento nella risoluzione di questi problemi.

Infine, una tecnologia intimamente legata al Bitcoin è la “blockchain“.

Bisognerebbe scrivere un articolo dedicato ma tutto quello che devi sapere per ora è che la blockchain è un libro mastro distribuito dove sono scritte tutte le transazioni di Bitcoin che sono accadute nella rete e queste informazioni sono convalidate tramite il mining.

Perché è così popolare?

Penso che inizi a capire perché il mining è così attraente per la gente (e le organizzazioni), in quanto vi è un reale potenziale di guadagnare Bitcoin.

Sulla base dell’algoritmo programmatico e del protocollo di base, delle porzioni di Bitcoin vengono assegnati ai miner circa ogni dieci minuti, che regola la consegna e l’emissione di Bitcoin e dimezza il tasso di Bitcoin creato ogni quattro anni.

Di conseguenza, c’è un numero finito di Bitcoin che verrà emesso e quel numero è di 21 milioni. Questo limite verrà raggiunto intorno all’anno 2140.

Questo è il motivo che il Bitcoin è uno “strumento finanziario deflazionistico“, a differenza di tutte le altre valute, che sono fondamentalmente inflazionistiche.

Ma ecco la parte più importante dell’estrazione del Bitcoin: puoi estrarlo tu stesso, purché tu abbia un computer che esegue il software di protocollo Bitcoin (o “full stack”) da qualsiasi parte del mondo. La tua partecipazione non si limita al trasferimento e alla ricezione di Bitcoin, puoi anche crearli.

Compriamo dei Bitcoin? Ci serve il portafoglio

La cosa bella di Bitcoin è che è una meraviglia tecnologica nella sua complessità, ma anche accessibile e utile come una vera e propria forma di valore immediato.

Ma purtroppo non è così facile comprare e acquistare Bitcoin, almeno non al momento.

A breve saremo tutti in grado di trattare e portare nuovi “Bitcoiners” (detentori dell’unità di moneta Bitcoin) facilmente, ma siamo ancora agli inizi.

A differenza di come si ottiene dollari o euro da qualcuno, non si può semplicemente acquistare dei Bitcoin senza avere un posto dove conservarli.

In altre parole è necessario avere un portafoglio (wallet) prima di acquistare qualsiasi Bitcoin.

In primo luogo un “wallet” di Bitcoin è tecnicamente inteso come un’interfaccia utente al sistema Bitcoin e alla rete blockchain, molto simile al tuo browser web che usi tutti i giorni per navigare in internet.

Ci sono cinque tipi di wallet tra cui scegliere.

  • Desktop Software Wallet: è un software che si può usare con sistemi operativi MacOS, Windows o Linux e che può essere usato facilmente (ma spesso in modo insicuro). Questo non è raccomandato a meno che non si sappia come configurare in modo sicuro il sistema sul quale gira il programma.
  • Mobile Wallet: un software che funziona su qualsiasi sistema operativo mobile come iOS (per iPhone) e Android. Questa è la forma più comune di wallet, in quanto rispecchia più da vicino il portafoglio fisico di qualcuno ed è più facilmente comprensibile per i nuovi Bitcoiners.
  • Web Wallet: un portafoglio Bitcoin a cui si accede tramite un dispositivo elettronico (computer desktop o dispositivo mobile) su un browser web come Google Chrome, Apple Safari, Mozilla Firefox o Opera. Questi portafogli sono di proprietà e gestiti su uno o più server di proprietà di un fornitore terzo. Molti nuovi Bitcoiners inizieranno qui, ma non è intelligente tenere molti Bitcoiners su questi sistemi, in quanto possono essere hackerati o compromessi e rischi di perdere i tuoi soldi.
  • Portafoglio Hardware: ovvero dispositivi digitali fisici tipicamente gestiti via USB o un protocollo hardware simile; ed è uno dei modi più sicuri e collaudati per memorizzare Bitcoin e altre valute digitali. Naturalmente è possibile perderli e c’è sempre il rischio che vengano danneggiate o distrutte accidentalmente.
  • Portafoglio di carta: una stampa fisica del Bitcoin (o delle chiavi di riferimento e di controllo del valore rappresentativo) su materiali fisici, come la carta. Le persone creative hanno anche inciso le loro chiavi in altri materiali come legno, pietra e metallo. Questa soluzione offline a bassa tecnologia è altamente sicura.

Vale la pena notare che molte persone “diversificano” i loro portafogli per motivi di sicurezza, quindi non è raro per un singolo partecipante avere tutti i tipi di portafogli diversi.

“Non puoi fermare cose come Bitcoin. Sarà dappertutto e il mondo dovrà riadattarsi. I governi mondiali dovranno riadattare.”

Diventare un Bitcoiner

Il modo più semplice e veloce per diventare un Bitcoiner è quello di riceverlo da un amico o da un membro della famiglia. Se ti capita di conoscere un altro Bitcoiner nella tua sfera di amicizie allora chiamalo e chiedigli di aiutarti ad ottenere la tua criptovaluta.

Ma suppongo che, come me, non hai nessuno immediatamente disponibile per quel tipo di transazione.
Quindi è il caso che ti spiego rapidamente alcuni altri modi per acquistare il tuo primo Bitcoin perché ad oggi non è facile ottenere nuovi Bitcoin, in quanto non è possibile (ancora) acquistare Bitcoin dalla tua banca o da un sistema fisico di cambio (come quelli che vedi in negli aeroporti).

Oltre ad un amico di fiducia, un collega o un membro della famiglia, il secondo modo migliore per ottenere il tuo primo Bitcoin è quello di partecipare ad un meeting locale facilmente raggiungibile tramite il sito di social networking, meetup.com. Qui puoi trovare Bitcoiners amichevoli ed entusiasti che sono ben felici di farti iniziare.

Visita localbitcoins.com, dove puoi trovare persone nella tua zona disponibili a venderti Bitcoin di persona attraverso la tua valuta locale. Molti richiedono una cifra minima della transazione.

Visita un bancomat Bitcoin nella tua città. Questo non è disponibile ovunque (ancora), ma è un modo sicuro per cambiare la valuta locale con Bitcoin.

Alcuni bancomat hanno dei limiti alle dimensioni della transazione, ma la maggior parte accetterà transazioni di piccole dimensioni. Naturalmente, la maggior parte di questi bancomat hanno dei costi. Qui puoi trovare delle informazioni aggiuntive: coinlist.me .

Puoi effettuare dei cambi valuta trovare i cambi accettati per la tua valuta locale e il tuo paese su siti come bitcoinaverage.com .

Iscriviti, vai su “Dati sui prezzi” e poi su “Mercati valutari” per trovare i link alle borse accettate.

Cosa scegliere? Ti consiglio vivamente di fare del tuo meglio per fare uno dei primi due che ti ho scritto perché, oltre a ricevere Bitcoin, farai nuove amicizie e scoprirai che l’intera comunità è amichevole e accoglie bene i nuovi arrivati.

Perché Bitcoin è così importante?

Per molti versi, la nascita di Bitcoin è molto simile all’avvento di internet. Riesci a immaginare un mondo senza di esso?

Per quanto sia difficile comprendere il valore creato da internet, è altrettanto difficile capire ciò che Bitcoin ci porterà individualmente e collettivamente.

Ci sono molti dibattiti sull’utilità della tecnologia Bitcoin e blockchain, ma nessuno sarà in disaccordo sul fatto che il Bitcoin è una svolta nel campo dell’informatica, in particolare nei settori della crittografia, nelle scienze crittografiche e delle valute.

C’è stato un enigma (uso il passato appositamente) nel campo delle scienze computazionali chiamato il Problema dei Generali Bizantini. Riassumendo il problema è il seguente:

Immaginiamo che diverse divisioni dell’esercito bizantino siano accampate fuori da una città nemica, ogni divisione è comandata dal proprio generale. I generali possono comunicare tra loro solo tramite messaggero. Dopo aver osservato il nemico, devono decidere un piano d’azione comune. Tuttavia, alcuni dei generali possono essere traditori, cercando di impedire ai generali leali di raggiungere un accordo.

La questione, in ultima analisi, è quella della fiducia tra parti indipendenti su una rete di cui non ci si può fidare pienamente. Questo problema esiste nell’economia e nelle infrastrutture moderne. Questo problema è esistito in tutto ciò che facciamo online e su internet.

Fino ad ora.

Il Bitcoin è la prima soluzione pragmatica a questo problema informatico che è stato, fino a questo punto, irrisolvibile. Riflettiamo.

Con Bitcoin possiamo trattare tra di noi senza doverci fidare necessariamente dell’altra parte.

Perché? Perché la tecnologia e il protocollo di base (cioè l’algoritmo matematico) fa da garante. In altre parole, ogni partecipante alla rete (ad esempio miner e bitcoiner) si fidano dei principi matematici invece che l’uno dell’altro. Questa fiducia condivisa nella logica del programma è ciò che rende Bitcoin così innovativo.

Di conseguenza siamo in grado di inviare informazioni in modo sicuro, garantendo la consegna con la possibilità di controllare il post-trasmissione utilizzando una “responsabilità globale”.

La caratteristica principale che dobbiamo ricordare è che si tratta di un sistema finanziario completamente decentralizzato in cui tu, come individuo, puoi diventare la tua banca, emettendoti moneta attraverso il mining pur mantenendo completa autonomia.

Si possono fare transazioni con persone in qualsiasi parte del mondo senza attriti e senza paura. A prova di frode e manomissione, non potrai mai essere così sicuro con qualsiasi altra forma di moneta perché non ci sono intermediari tra un partecipante e l’altro.

Quando si invia Bitcoin si sa che arriverà dove si vuole che vada.

Già in ora stiamo iniziando a vedere organizzazioni locali, governi e sistemi finanziari e tecnologici che si trasformano grazie al protocollo Bitcoin e blockchain.

Per esempio, si può immaginare un modo più sicuro e accurato di votare alle elezioni politiche?
Blockchain può risolvere molte delle questioni relative alla registrazione degli elettori e alla verifica dell’identità necessarie per avere un voto equo ed equilibrato dei funzionari pubblici.

E questa è solo una punta dell’iceberg.

Nascita delle criptovalute alternative

E’ impossibile parlare di Bitcoin senza parlare delle tante altre tecnologie a cui ha dato vita.

Questo non sorprende, naturalmente, perché Bitcoin stesso era ed è un progetto open-source e chiunque in qualsiasi momento è autorizzato a creare la propria “moneta virtuale” dal progetto originale Bitcoin.

Infatti è possibile copiare letteralmente (e legalmente) la tecnologia di base di Bitcoin, non cambiare una singola riga di codice e rilasciarla con qualsiasi nome si scelga.

L’ascesa di queste monete alternative (altcoin), o criptovalute, è una conseguenza positiva non solo della filosofia open-source ma anche della proliferazione di tecnologie decentralizzate.

Allora, qual è la differenza di queste monete?

Molte di queste monete alternative condividono proprietà simili a quelle del Bitcoin originale, come un registro distribuito e decentralizzato (cioè la tenuta di registri), transazioni peer-to-peer, sistema di mining e processi per incentivare l’utilizzo.

Ma è qui le somiglianze possono finire, ci sono caratteristiche che i loro stessi creatori ritengono migliorino la visione originale di una moneta virtuale e completamente distribuita.

Alcune di queste innovazioni includono diverse velocità di transazione, controlli della privacy, diversi consensi e requisiti matematici per la risoluzione dei problemi per il mining (ad esempio, la proof of work, DNS e risoluzione della crittografia e altro ancora).

Alcune monete sono diventate culturalmente rilevanti ed estremamente popolari, guadagnando enormi quote di mercato e capitalizzazione.

Anche se molti hanno sfidato Bitcoin per il “dominio” è attualmente difficile immaginare che qualsiasi altcoin diventi più grande. Tuttavia, questo non è impossibile.

L’idea di popolarità, per molti versi, è in contrasto con i principi fondamentali del Bitcoin e del decentramento perché presuppone che ci deve e dovrebbe essere un “vincitore” in una corsa verso un fine certo.

Ma la realtà è che la moneta più “popolare”, incluso il Bitcoin, è quella più pragmatica e utile alle tue esigenze, mentre svolgi le tue trattative con altri nello spazio digitale.

Il modo più comune per determinare la popolarità è attraverso i grafici di capitalizzazione di mercato, che è il valore di mercato delle monete emesse. Uno dei siti web più popolari è yen.io, che dal gennaio 2018 mostra le monete più popolari (incluso il Bitcoin).

Come puoi immaginare, questo elenco cambia frequentemente e se sei interessato a rimanere aggiornato sui prezzi, soprattutto se investi, siti come quello che ti ho scritto sono strumenti utili.

Nel complesso, è mia raccomandazione di impegnarsi lentamente e con attenzione, soprattutto all’inizio, leggendo il più possibile sui progetti.

Molti di questi progetti sono intrinsecamente rischiosi quindi procedi con il massimo giudizio e cautela. Dovresti fare delle ricerche sul team che sta dietro al progetto, su come il team intende utilizzare i fondi, su chi altro sostiene il progetto, etc.

"Bitcoin è un tour de force tecnologico."

Bitcoin truffe: come rimanere al sicuro

La storia ci ha dimostrato che ogniqualvolta e ovunque si crea nuova ricchezza, i truffatori e gli spregiudicati sono pronti a tuffarsi come lupi affamati.

In questo mercato finanziario ci sono stati molti nuovi tentativi di frodare la gente e per derubargli del loro denaro guadagnato onesto mentre esplorano questa nuova possibilità tecnologica.

Se leggi il mio articolo su come investire i soldi ho ripetuto più volte un consiglio che vale anche per le criptovalute: investi solo ciò che puoi permetterti di perdere completamente.

Oltre a questo, ci sono due particolari tipi di truffe e/o comportamenti discutibili all’interno dello spazio Bitcoin e delle criptovalute che voglio che tu tenga d’occhio.

Initial Coin Offerings (o ICO)

Grazie a Bitcoin nuovi sviluppi in molteplici campi e mercati hanno ora un potenziale reale.

Visto l’enorme possibilità persone intraprendenti e laboriose stanno studiando e analizzando le opportunità di applicare la tecnologia Bitcoin e blockchain a problemi esistenti (e futuri) nel nostro mondo.

Credo che ogni industria esistente verrà inevitabilmente cambiata dalla blockchain.
Inizierai a vedere, o forse li hai già visti, progetti basati su Bitcoin e blockchain in agricoltura, medicina, bio-informatica, robotica, intelligenza artificiale, giornalismo, nuovi media, sport e molti altri.

Quindi molte persone stanno cercando di essere i primi a capitalizzare queste opportunità e stanno finanziando queste operazioni attraverso Initial Coin Offerings (o ICO) che è una sorta di crowdfunding attraverso l’uso di valute criptate.

In pratica queste organizzazioni vendono una percentuale delle monete di nuova emissione (o di prossima emissione) in cambio di valuta con corso legale o di altre valute digitali più stabili, come il Bitcoin.

A voi, potenziali proprietari di queste nuove monete, viene quindi promesso un valore o una utilità futura quando il progetto si concretizza o quando si raggiunge la capitalizzazione di mercato e la redditività.

Sei mai andato sugli autoscontri? O hai mai giocato alle macchina tirapugni? O qualsiasi gioco che aveva bisogno di un gettone particolare che ti veniva prontamente cambiato dal giostrante in cambio di denaro?

Bene, se la macchina non funziona per qualche motivo tu rimani con in mano un pezzo di plastica che non ha valore. Il concetto è simile.

Di conseguenza, le autorità stanno studiando per regolamentare le ICO e hanno iniziato a mettere a punto regolamenti e linee guida per gli investitori.

Ma siccome questo è un nuovo campo e una nuova tecnologia, non ci sono molte salvaguardie o addirittura restrizioni su chi può e chi non può investire, e come risultato, alcuni truffatori hanno creato progetti falsi per ingannare le persone.

Molti altri ICO fanno false promesse in modo simile. Non farti ingannare dalle promesse di enormi ritorni come ad esempio un’azienda che prometteva 13 volte il ritorno dell’investimento. Occhio!

Questo non significa che non si dovrebbe prendere in considerazione queste nuove ed entusiasmanti opportunità, dato che ci sono molti progetti legittimi sul mercato, ma è meglio vedere la maggior parte, se non tutti, i progetti con scetticismo.

Una vecchia conoscenza, lo schema Ponzi e lo schema piramidale

Grazie all’entusiasmo scatenato dalle criptovalute che ha offuscato le menti delle persone il vecchio sistema Ponzi e piramidale, mai morto, è ritornato in auge.

Questi tipi di schemi sono stati ben documentati, e la autorità hanno fornito una guida molto chiara che è ancora applicabile.

Se una qualsiasi operazione o servizio include quanto presente nella lista che segue, allora dovresti evitarli a tutti i costi:

  • basso rischio, alti rendimenti.
  • rendimenti molto consistenti.
  • investimenti non registrati.
  • venditori non autorizzati.
  • strategie complesse o segrete.
  • problemi di scartoffie.
  • difficoltà a ricevere i pagamenti.

Questo modo nuovo di investire e guadagnare include una tonnellata di nuove ed eccitanti opportunità ma può (e ti prenderà) prenderti a schiaffi se non sei attento e premuroso nelle tue decisioni finanziarie.

Bitcoin è comunità

Bitcoin non sarebbe nulla senza la comunità che lo governa.

Né avrebbe potuto essere inventato senza gli sforzi congiunti di inventori e creatori, né avrebbe potuto esistere senza la filosofia open-source che lo tiene insieme. Senza i miner che convalidano le transazioni e sono compensati attraverso il loro servizio alla rete Bitcoin.

Il punto è questo: persone appassionate e motivate hanno visto le qualità uniche che il Bitcoin possiede intrinsecamente e hanno visto l’opportunità di risolvere problemi che un tempo erano considerati impossibili.

Di conseguenza, la tua formazione e la tua crescita nel mondo del Bitcoin sono appena iniziate.

Per fortuna ci sono un sacco di grandi comunità online che sono felici di aiutarti con la tua per aumentare la tua conoscenza ed esperienza intorno al Bitcoin e blockchain. Come si dice in giapponese, kaizen (“miglioramento continuo”).

Che è la filosofia anche di questo sito web.

Ricordati di essere rispettoso e sempre disponibile perché ora sai molto su Bitcoin e puoi aiutare gli altri a imparare da te.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbe interessare anche…

Abitudini miglioraresempre.itIscriviti alla mia lista contatti e ricevi in regalo l’eBook:

“Abitudini – Come ottenere una vita di successo con disciplina e motivazione”. 

Agenda della Produttività

Per approfondire...

Sui miei canali social pubblico pensieri, video, aforismi per chi è appassionato di crescita personale e input motivazionali…se desideri segui MigliorareSempre sul tuo social preferito.

© 2019 miglioraresempre.it – Tutti i diritti sono riservati – P.IVA 04125090235 – R.E.A.: 414208 – PrivacyCookies Policy – Chi sono